• By
  • Cause in

Donne e uomini per la vita: il “Premio Madre Teresa” alla memoria di Chiara Lubich

L’evento del 2011 è particolarmente importante, sia  per l’accostamento di due personalità di grande significato nell’universo femminile, che si erano già incontrate per proclamare insieme il valore della vita nascente a Firenze nel 1986 proclamata “Capitale europea della cultura”, e che in tale occasione avevano sottoscritto insieme un “appello all’Europa”, sia perché fu proprio in concomitanza con l’assegnazione del premio che fu decisa la promozione della iniziativa dei cittadini europei denominata “Uno di noi” e fu costituito un primo comitato organizzativo formato dai rappresentanti di 14 Nazioni presenti alla manifestazione.

Con il premio i l Movimento per la vita italiano, sicuro di rappresentare i sentimenti di tutti i movimenti per la vita d’Europa, intende manifestare con questo Premio il suo grande affetto, che resta vivissimo per Chiara Lubich insieme alla ammirazione ed alla gratitudine per lei e per l’intero Movimento dei Focolari da  lei fondato. Chiara Lubich, donna di straordinaria spiritualità e capacità organizzativa, nel secolo in cui la componente femminile dell’umanità è emersa in ogni campo, ben merita di essere indicata come esempio luminoso all’intera società civile anche per la sua limpida e costante difesa e promozione del diritto alla vita.

In questa direzione il suo messaggio ha percorso tutta l’Europa e tutto il mondo, trascinato e vivificato da quella spiritualità dell’amore e dell’unità che è caratteristica essenziale del Movimento dei Focolari. Chiara Lubich si è personalmente esposta anche nei momenti, più aspri e carichi di polemica, come nel  referendum italiano del 1981, collegando sempre il tema del diritto alla vita a quello della famiglia e dell’amore verso ogni prossimo. Tutti i Centri di aiuto alla vita d’Italia hanno imparato molto dallo stile di Chiara Lubich, tanto più che non pochi aderenti al Movimento dei Focolari sono stati e sono presenti in essi come volontari.

L’assegnazione del Premio Europeo “Madre Teresa di Calcutta”, proclamata Presidente onorario di tutti i Movimenti per la vita del mondo, a Chiara Lubich è particolarmente significativo perché le due grandi donne si sono  incontrate per la prima volta a Firenze il 17 maggio 1986 per sostenere insieme che, anche di fronte ai più grandi problemi, ciò che conta è “Prima di tutto la vita” e sottoscrivere insieme un “Appello all’Europa”. Essa resta anche oggi di struggente attualità. Il contributo di Chiara Lubich per un risveglio dell’anima europea è stato riconosciuto anche dal Consiglio d’Europa e dalle Istituzioni europee che vollero ascoltarla e renderle omaggio.