31 Mag
  • By Sì alla Vita
  • Cause in

Incontro mondiale prolife a Chicago.

Download PDF

Aperta dal giornalista Cal Thomas ha preso il via la 2017 Heartbeat International Annual Conference,  un’intensa settimana a cui hanno partecipato 1.200 ospiti da ben 15 differenti nazioni, tra cui l’Italia giunti per l’occasione al centro conferenze Hyatt Regency di Chicago.

La conferenza 2017 è la 46esima nella storia di Heartbeat International, e si è svolta in uno stato, l’Illinois, americano in cui gli operatori sanitari prolife, compreso molti che lavorano anche come volontari nei centri di aiuto alla vita statunintensi, stanno combattendo contro un cambiamento della legislazione recentemente firmato dal governatore repubblicano B. Rauner.

La modifica introdotta all’Healthcare Right of Conscience Act nello scorso anno forzerà dottori, infermieri e altri operatori sanitari a parlare della possibilità di abortire ai loro pazienti anche contro le loro convinzioni di coscienza e di ordine morale e religioso. Contro questa legge, che si applica anche a quelle associazioni di volontariato che espressamente forniscono alternative all’aborto e che non ricevono finanziamenti pubblici, si sta combattendo nelle corti statali e federali.

“Il luogo che ospita la conferenza, che varia ad ogni anno è quanto mai opportuno quest’anno”, ha dichiarato il presidente di Heartbeat International Jor-El Godsey, che ha incoraggiato gli affiliati dell’Illinois a continuare la battaglia contro questa legge: “abbiamo pensato il calendario delle conferenze molto in anticipo nel tempo, ma siamo davvero entusiasti di vedere che ogni pezzo è andato nel posto giusto con questa conferenza a Chicago proprio ora”.

Il presidente ha quindi continuato richiamando l’importanza dell’appuntamento che ha visto la partecipazione di giornalisti, artisti, sportivi, tutti attivamente impegnati contro l’aborto. Tra loro c’è Ryan Bomberger, artista creativo che ha vinto anche il prestigioso Emmy Award: uno dei leader del movimento prolife negli Stati Uniti che, dopo essere stato concepito durante una violenza, ha scelto di divenire un padre adottivo per altri bambini meno fortunati. Insieme a Bomberger ci saranno anche David e Jason Benham, giocato di baseball professionisti che hanno visto il proprio show televisivo dopo aver dichiarato la propria religione cristiana nel 2014.

  • Fonte: Heartbeat International
  • Foto:Roman Boed – Chicago (Explored)