Federvita Lazio, al via l’ottava edizione del corso di formazione per operatori Cav – Maria Luisa Di Ubaldo, Si alla Vita Settembre 2017, Anno XXXIX, n° 01/2017, pag. 34

Il 19 settembre, nella Chiesa di Santa Maria della Consolazione, un luogo di culto cattolico di Roma, nel rione Campitelli, vicino al Foro Romano e ai piedi della rupe Tarpea , ha avuto inizio il corso di formazione gratuito per volontari e operatori dei Centri di Aiuto alla Vita, promosso e organizzato da Federvita Lazio. Giunto alla sua 8^ edizione, atteso con grande entusiasmo dal popolo pro-life di Roma e del Lazio, è un itinerario teorico e pratico volto ad offrire le tecniche di approccio e problem solving utili per aiutare donne con gravidanze difficili o inaspettate.
Il corso intende promuovere e sostenere concretamente la Cultura per la Vita. E’ strutturato in due moduli; nel primo una equipe altamente qualificata di esperti guiderà i partecipanti nei fondamenti della bioetica: temi che vanno d’inizio della vita umana alla contraccezione, dalla fecondazione assistita ai problemi del fine vita, passando dal Metodo dell’ovulazione Billings fino ai problemi legati all’aborto e utero in affitto. Seguirà un modulo più pratico nel quale saranno presentati i vari ambiti d’intervento del Movimento per la Vita come Sos Vita (Web/Verde) e il volontariato nei Centri di Aiuto alla Vita. I partecipanti impareranno le tecniche di dialogo e di approccio utili a fronteggiare le più disparate situazioni che possono presentarsi durante il volontariato che intende operare a servizio dellaVita e a difesa della famiglia e della vita nascente.
Al termine del corso gli aspiranti volontari dovranno sostenere un colloquio di valutazione circa le motivazioni che li inducono a diventare volontari nei Centri di Aiuto alla Vita. Sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
Dal primo del corso di formazione ad oggi, sono nati 9 CAV, di cui 6 a Roma dove si è formato il Coordinamento dei CAV Romani e tre nel Lazio.
Ringraziamo di cuore il Direttivo del MPV per aver creduto nella validità del corso ma soprattutto nella sua autenticità! Ci auguriamo che Roma possa diventare la Città dove la Vita nascente è accolta e tutelata, dove la cultura per la Vita passi attraverso il suo cuore e vada a contagiare le variegate realtà del Lazio per riuscire a colmare la solitudine che a volte vivono le nostre donne nelle loro famiglie.

Maria Luisa Di Ubaldo
Coordinatrice dei Centri di Aiuto alla Vita di Roma