Diario di Piergiorgio Liverani

29 luglio – Albenga (Savona) – Allo storico Palio della città debutta la nuova “Cantina dei forzieri”. I giovani del Centro di Aiuto alla Vita ingauno elaboran0 piatti medioevali per far conoscere l’antica cucina della città. Un servizio che dura quattro giorni. Hanno successo un piatto di zemino, cinghiale e trippe, un altro di tigelle farcite e di panizza fritta. Serve tutto per  riempire  i forzieri del CaV. Duemila persone, all’ombra del Battistero, gustano una enogastronomia di alto livello. Il materiale “grezzo” da elaborare viene da imprese produttrici: un raviolificio, un oleificio, un salumificio, una enoteca e altri generosi. Tutto per la vita

 

4 agosto – Terni – In una busta di plastica della spesa di un supermercato viene trovato, in una aiuola vicino al centro commerciale, un neonato morto e ancora con il cordone ombelicale. La madre, 27enne, italiana, ha confessato: il suo gesto è il frutto della disperazione, della solitudine di una donna sola. Ecco perché spesso alcune disperate abortiscono. Sarebbe bastata un’amica, una voce disinteressata poco per salvare lei e il figlio.-

 

                Maratea (Potenza) – Si conclude oggi il 35° Seminario Quarenghi di formazione per giovani da 16 a 35 anni, organizzato del Movimento per la Vita con la partecipazione di circa 150 giovani di tutta Italia, che hanno affrontato per cinque giorni i problemi della vita dell’uomo all’insegna del tema: “Mo. Vida. Cambia il ritmo”.

 

9 agosto – Buenos Aires – L’Argentina dice no all’aborto legale: il Senato boccia la legge che lo  avrebbe consentito, anche al di fuori dei casi finora permessi: stupro e rischio reale di morte della gestante. Mortificati gli abortisti che, rabbiosi, hanno dato fuoco alle immondizie e lanciato pietre contro le schiere degli uomini della polizia.

 

Perugia – La “Culla per la vita” che sostituisce l’antica “Ruota degli Esposti” è una piccola struttura tecnica e moderna frutto dell’alleanza di Cav, di Comune e di alcuni cittadini che hanno finanziato l’impresa. Decisiva la collaborazione della centrare del “118”, il telefono per tutti i casi che necessitano di interventi tempestivi. Un numero salverà i bambini senza una vera mamma.

 

11 agosto – Bruxelles – L’eutanasia dilaga nel Belgio. Si è passati dai 259 casi di quindici anni fa ai 2.309 del 2017, ma – confessa il Governo – «è impossibile valutare la proporzione tra il numero delle eutanasie dichiarate e quelle praticate realmente». Non solo: l’eutanasia ormai è lecita anche per i minorenni, per i depressi, i disabili. C’è soprattutto una diffusa debolezza della morale comume.

 

16 agosto – Corigliano-Rossano (Cosenza) –  Arriva a Corigliano il Camper della Vita che circola e fa soste in tutto il circondario per stimolare gli abitanti a confrontarsi con ciò che è la vita prima e dopo la nascita e la maternità. La legge 194 ha contribuito a questa crisi della società. Come è noto il camper sta percorrendo tutta l’Italia e si fermerà solo nel mese di ottobre.

 

17 agosto – Melfi (Potenza) – Il Camper copre in questi giorni tutte le località del Vulture: vuole incontrare la gente, parlare dei problemi che affliggono tutte le coppie, specialmente nei giovani, i dubbi delle ragazze, le paure di prima e di dopo il parto. È un lavoro fatto insieme con  i volontari della fondazione “Il Cuore in una Goccia” che dicono: “Ora il Centro per la Vita di Melfi è diventato una struttura itinerante”.

 

24 agosto – Foggia – «Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Teresa di Calcutta» e «Il Vangelo della vita, gioia per il mondo». Sono, questi due, gli slogan che, per l’undicesimo anno, animano il concorso “Arte per la vita” organizzato per un ricordo della santa Suora diceva: «Mi sento la madre di migliaia di figli abbandonati». Alla consegna del Premio Nobel per la pace Teresa disse: «L’aborto è il principio della guerra». Tra gli organizzatori del  concorso anche il Movimento per la Vita di Foggia. Il concorso e aperto a tutti gli artisti che vogliano parteciparvi con una sola opera entro il primo dicembre.

 

29 agosto –Milano – Una donna incinta, Rosy, chiede aiuto al CaV Mangiagalli: è in angoscia per una gravidanza non desiderata, è giovane (19 anni lei, 21 il suo uomo). Al Centro de CaV della mangia galli racconta la sua vicenda, le sue necessità, il “guaio” di questo figlio. Come quasi sempre accade, la storia di Rosy finisce con una bella bambina tra le sue braccia. È l’ultima, per ora, della serie di bambini salvati dall’aborto. Paola Bonzi, l’anima del Cav, prende nota: «Questo e fino a oggi i bambini nati qui salvati da un aborto, sono 19mila».

 

Pescara – D’ora in poi il comune di Pescara sarà un forte sostegno del Centro di Aiuto alla Vita. «Con questo nuovo servizio – dice il Sindaco – il comune di Pescara offre sicurezza ai cittadini in difficoltà sentendosi ignorati. Una donna che abbia un problema può rivolgersi a questo Centro. Si tratta di una iniziativa importante. Grazie alla collaborazione con il Cav abbiamo già molti esiti risultati positivi».

 

1 settebre – Benevento – L’amministrazione cittadina ha finora ignorato lo stato del quartiere di Spina Verde. La denuncia viene dal Centro di aiuto alla Vita: «La Spina Verde è una discarica a cielo aperto, che il CaV vuole riscattare per quel poco che può fare allargando il suo servizio alla vita». In un rione abbandonato tutto è possibile. Anche, però, il bene. E questo è ciò che il Cav, senza rinunciare al suo specifico impegno,  intende fare occupandosi anche della vita di chi è già nato molti o pochi anni fa.

 

Diario (.pdf)