Lettera al Popolo della Vita Marina Casini Bandini, Presidente del Movimento per la Vita italiano

Carissimi, dicembre è il mese degli auguri. Auguri di Natale e auguri per il nuovo anno. È tempo di auguri, dunque. Auguri a tutti coloro che hanno fatto della difesa e della promozione della vita nascente motivo di generoso impegno civile ed ecclesiale. Auguri grati a chi testimonia il valore della vita, con coraggio e genuinità.
L’augurio è un auspicio di bene per i destinatari, ma è anche un sogno e un progetto alla cui realizzazione chi lo formula deve dare un contributo. Perciò il Movimento per la Vita rivolge il suo augurio a tutte le donne: che   il loro istinto di maternità, l’innato coraggio e la loro capacità di accoglienza sconfiggano definitivamente l’aborto e generi una cultura benefica per tutta la società, cosicché divenga promotrice di vita per tutti.
Vogliamo fare un augurio anche a coloro che hanno responsabilità politiche: in un momento   di riassestamento dei partiti che la bussola di ogni progetto sia la dignità umana sempre uguale per tutti a cominciare dai più piccoli, deboli e poveri di cui i figli non ancora nati sono l’espressione più evidente. Che le forze politiche che trovano consenso nell’ideale della solidarietà ripensino in profondità suo diritto alla vita. Che il risveglio sociale cristiano trovi unità attorno ai valori della vita e della famiglia e che la loro unità sia presagio di una unità più grande con   tutti gli uomini di buona volontà.
Molti auguri rivolgiamo anche agli operatori della comunicazione: che essi si rendano conto della loro responsabilità nel costruire una cultura che ponga al centro la dignità di ogni essere umano e che si rendano conto che le loro parole possono salvare o distruggere vite umane.
Un augurio particolare è rivolto ai giovani perché reagiscano all’attuale banalizzazione della sessualità e nel riscoprano la bellezza e la grandezza principalmente nel fatto che essa è strumento della creazione e garanzia di futuro.
Infine, auguriamo a tutta l’Italia di tornare ad essere un faro di civiltà per l’Europa e per il mondo intero e cioè che in essa risplenda la luce della dignità umana sempre ugualmente grande per tutti gli esseri umani divenendo così sentiero che conduce alla pace alla vera giustizia e alla vera libertà. Auguri!