Video messaggio di Aldo Bova a cura di Giovanna Sedda

Un saluto caloroso è giunto ai soci del MPV da parte del prof. Aldo Bova, presidente nazionale del Forum delle Associazioni socio-sanitarie. Il professore ha ricordato come il Forum sia grato al Movimento per l’opera che svolge a promozione e a tutela della vita. Bova ha in particolar modo ringraziato la presidente Marina Casini e il fondatore del Movimento, Carlo Casini.
Bova ha ricordato come l’opera del MPV sia meritoria e strettamente collegata a quella del Forum delle Associazioni socio-sanitarie “che ha tra le sue finalità la promozione e la tutela della vita dal suo concepimento al suo termine, oltre che la tutela e la promozione della salute specialmente tra le persone più fragili e povere”. Il professore ha quindi aggiunto: “la vostra opera è meravigliosa, va affiancata, stimolata e sempre più sviluppata.
Occorre insieme promuovere politiche affinché la vita venga tutelata e salvaguardata. Ritengo, seguendo anche le vostre attività, che oggi siano indispensabili alcune cose. Prima di tutto la cultura della vita, perché tante persone oggi non hanno il senso del sorgere della vita e non hanno chiaro che nel momento in cui i due gameti si uniscono siamo di fronte a una nuova vita, con tutto il suo corredo genetico, ed inizia lo sviluppo di una persona umana che ha già, da quel momento, tutta la sua caratterizzazione”.
Il presidente Bova ha ribadito: “questo va detto molto chiaramente e occorre che anche il Forum porti avanti con voi questa cultura della vita!
Ma c’è bisogno di rinforzare anche quello che già svolgete, cioè la tutela della gravidanza, delle donne e di tutte le persone che si pongono sulla strada della vita nascente.
Non è facile, bisogna stimolare politiche a favore delle famiglie e delle donne per metterle in condizione di vivere serenamente la gravidanza”.
Il presidente ha concluso ricordando che: “la vita va tutelata in tutti i suoi momenti, durante il suo percorso e al suo termine naturale: quante volte vediamo le offese alla vita, i maltrattamenti a quanti sono al termine della loro vita.
La tutela della vita deve saper guardare anche a quanti sono oggi in difficoltà, i poveri che non riescono ad avere un trattamento giusto nel sistema sanitario, non per una deficienza dei servizi, ma perché la povertà stessa e l’ignoranza rafforzano le condizioni che impediscono una piena guarigione. Dobbiamo insieme portare avanti la cultura e le politiche per tutelare la vita dei fragili, dei deboli e dei poveri”.

 

Video messaggio di Aldo Bova (.pdf)