Una esperienza di Speranza Denise D'Amato, Casa Betania Noha (Le)

LE CASE DI ACCOGLIENZA VISITANO CASA BETANIA DI NOHA (LE)

Le Case di Accoglienza federate al Movimento per la Vita Italiano hanno vissuto a Lecce lo scorso 8 e 9 novembre 2018 il Convegno annuale inserito nel contesto del Convegno dei CAV protrattosi fino all’11 dello stesso mese. Una partecipazione ricca di volontari, di operatori e di responsabili delle Case che hanno messo in comune idee, proposte, riflessioni e programmi a favore della Vita. L’attenzione all’educatore motivato, al volontario, alle scelte etiche che orientano il cammino delle singole comunità, la collaborazione tra Centri di Aiuto alla Vita e Case sono stati i temi che hanno aperto dialogo, sostegno ed incoraggiamento reciproco nell’opera di accompagnamento delle donne e delle mamme che generano la vita e vivono con i loro bambini. La visita alla nostra Casa di accoglienza è stata un evento di straordinaria commozione. L’accoglienza della Presidente Nazionale Prof.ssa Marina Casini, dei Responsabili e dei tanti volontari delle Case dislocate in tutta Italia nella nostra cittadina ha portato tanta felicità. Una intera comunità parrocchiale con mamme, bambini, giovani, adulti, anziani ha manifestato loro la predilezione del popolo della vita per la vita. La Presidente Marina ha salutato tutti in una Chiesa parrocchiale gremita.
È qui il grembo da cui gli operatori ed i volontari traggono linfa e forza vitale per servire il prossimo, povero tra i poveri, il bimbo in stato di embrione con le loro mamme in Casa Betania, collocata, come le due ali di una colomba, proprio nei pressi della Chiesa parrocchiale cuore pulsante della’attività della Casa.Le Case di Accoglienza federate al Movimento per la Vita Italiano hanno vissuto a Lecce lo scorso 8 e 9 novembre 2018 il Convegno annuale inserito nel contesto del Convegno dei CAV protrattosi fino all’11 dello stesso mese. Una partecipazione ricca di volontari, di operatori e di responsabili delle Case che hanno messo in comune idee, proposte, riflessioni e programmi a favore della Vita. L’attenzione all’educatore motivato, al volontario, alle scelte etiche che orientano il cammino delle singole comunità, la collaborazione tra Centri di Aiuto alla Vita e Case sono stati i temi che hanno aperto dialogo, sostegno ed incoraggiamento reciproco nell’opera di accompagnamento delle donne e delle mamme che generano la vita e vivono con i loro bambini. La visita alla nostra Casa di accoglienza è stata un evento di straordinaria commozione. L’accoglienza della Presidente Nazionale Prof.ssa Marina Casini, dei Responsabili e dei tanti volontari delle Case dislocate in tutta Italia nella nostra cittadina ha portato tanta felicità. Una intera comunità parrocchiale con mamme, bambini, giovani, adulti, anziani ha manifestato loro la predilezione del popolo della vita per la vita. La Presidente Marina ha salutato tutti in una Chiesa parrocchiale gremita.
I presenti hanno fatto poi visita al Centro direzionale dove sono stati accolti dal direttore sanitario e dai medici che operano presso gli ambulatori della stessa struttura. Siamo passati a visitare, ancora, il Centro ospitante dove si è potuto stringere la mano alle ospiti ed ai bimbi oltre a vivere, anche se per un momento, il clima della Casa. All’uscita, dalle terrazze di Casa Betania, si è alzato al cielo uno spettacolo di fuochi pirotecnici che ha salutato il popolo della vita e ha fatto innalzare una preghiera al Redentore, statua posizionata in alto, e a Madre Teresa, statua che con un bimbo in braccio, guarda ed intercede per gli ospiti della Casa.
Insieme ci siamo recati presso il Salone Polifunzionale dove abbiamo condiviso la cena preparata dai volontari di Casa Betania e partecipato durante la stessa al concerto di musica dell’ensamble del Concerto Bandistico San Gabriele dell’Addolorata della nostra comunità.
E non poteva mancare, per concludere in bellezza, il taglio della torta commemorativa dei 40 anni di Vita del Movimento per la Vita Italiano. Una vera esperienza, questa, che ha generato speranza in tutti noi.

 

Una esperienza di Speranza (.pdf)