Il camper per la Vita in Abruzzo Patrizia Ciaburro

Cara Marina
ti invio un report delle iniziative del camper in Abruzzo. Dalla fine del mese di Marzo al 15 Giugno il Camper per la vita ha percorso le vie dell’Abruzzo in lungo e in largo. Dal mare alla montagna e ritorno. Le avverse condizioni metereologiche, anche con brevi nevicate, oltre a lunghi periodi di pioggia e alcune difficoltà tecniche ci hanno impedito di usarlo, ma alla fine è andato tutto bene, e il 28 Giugno l’abbiamo passato al Molise.
Elenco le tappe più significative.
Abbiamo iniziato dalla sede di Vasto dove, la Presidente Dott.ssa Loredana De Cristofaro pediatra ed alcune altre socie, di ritorno dalla sepolture di una piccola creatura (a Vasto questa opera di carità si carità si fa da circa 15 anni), hanno dato vita ad un incontro molto simpatico sul Corso principale con il contatto diretto con i passanti, compreso un sacerdote ortodosso molto interessato al nostro discorso. Abbiamo distribuito tanto materiale e fatto foto che ti allego.
L’ 8 Maggio siamo stati a Chieti nella piazza di fronte alla stazione, di fatto, sul sagrato della chiesa del Santissimo Crocifisso.
Chieti è una città universitaria quindi abbiamo intercettato molti giovani ed il Presidente Dott, Claudio Micucci, ginecologo è stato riconosciuto da molte signore sue pazienti. Ma il vero motore è Melita sua moglie che organizza tanti eventi con la pastorale familiare della diocesi di cui è vescovo Mons. Forte.
Per volontà del quale appena arrivato abbiamo organizzato il Movimento a Chieti. Anche qui foto e materiale distribuito a tutti i passanti.
L’11 Maggio a Sulmona, Anna Trequadrini la Presidente ed ex insegnante, con un bel gruppo di socie ci ha ricevuto nella Piazza Ovidio, all’ombra della statua del grande poeta latino Abruzzese. La piazza è la zona centrale del corso dove abbiamo avvicinato molte persone anche perché di sabato mattina e quindi passeggio.
La cosa più bella è stata la presenza del vescovo Mons. Michele Fusco che è arrivato da solo e a piedi e senza nessun problema si è messo a fermare i passanti che subito hanno fatto capannello e quando lui non arrivava a rispondere si rivolgeva a noi per maggiori chiarimenti.
Sono arrivati anche 2 giornalisti di quotidiani locali che hanno fatto interviste. Inoltre il numero di Giugno 2019 di Sovvenire gli dedica un ampio servizio perché in collaborazione con il Progetto Policoro della CEI ha dato vita ad una cooperativa di giovani nel campo dell’agricoltura e del turismo. Insomma le occasioni sono state tante e tutte bellissime.
Il 31 Maggio finalmente in piazza del Comune a Pescara dove comunque il camper ha sostato tra una visita e l’altra e quindi era già conosciuto. L’uscita ufficiale gliel’abbiamo fatta fare in occasione della Premiazione del 32° concorso. Il camper, posizionato sotto la gradinata del Palazzo di Città è stato preso d’assalto da tutti gli studenti, che oltre 100 hanno partecipato alla premiazione. Maria Gina Fratalocchi la Presidente di Pescara, anche lei ex insegnante e Mariapia Mancinelli responsabile regionale del concorso, hanno proseguito il bellissimo clima di amicizia e collaborazione con studenti, insegnanti e genitori. Alla fine una insegnante vicina alla pensione e nativa della Calabria mi ha chiesto come si fa per aprire un movimento, perchè appena libera, tornerà nella sua terra e vuole organizzare una sede.
Abbiamo chiuso con Montesilvano dove il dott. Massimiliano Spiriticchio, giornalista della radio diocesana ha organizzato l’evento l’ingresso di una grande struttura con sale cinematografica, negozi e tante attività. Alla manifestazione ha partecipato anche la dott.ssa Anna Paola Di Ienno, Direttore del giornale online “Vortici”.
Da bravi giornalisti hanno usato i loro strumento per dare rilievo alle poesie scritte da alcuni partecipanti all’incontro, e hanno fatto una registrazione di musica con una band sempre composta da giovani del concorso. I rapporti sono costruiti, si tratta di alimentarli. La cosa più bella è stata la notizia di un Progetto Gemma fatto a Montesilvano proprio quel giorno!! Quindi grazie a tutto l’Abruzzo per l’impegno e l’accoglienza un ringraziamento particolare al dott. Ciaburro Federico, psicoterapeuta del CAV di Pescara ma in queste occasioni: autista, fotografo, ecc… un ringraziamento al Nazionale che ci ha fornito il camper, sperando che continui altrettanto felicemente anche altrove il suo cammino.

 

Il camper per la Vita in Abruzzo (.pdf)