Avrò cura di te. Il modello della maternità di Davide Rapinesi

Con l’emozione che caratterizza ogni edizione del concorso scolastico europeo, Venerdi 11 Ottobre presso la sala Reggia di palazzo dei Priori di Viterbo, si è svolta la cerimonia di premiazione degli studenti vincitori delle scuole superiori della Tuscia. “Avrò cura di te: il modello della maternità”, questo il tema del concorso che ha visto cimentarsi più di 260 studenti da tutta la provincia; Tra questi sono Venti gli elaborati ritenuti particolarmente meritevoli, dai quali sono stati scelti i vincitori del viaggio premio a Strasburgo. La cerimonia si è svolta, per il luogo in cui è stata ospitata – cuore istituzionale della città – in un grande abbraccio da parte della realtà cittadina, con la presenza ed i saluti del Sindaco Prof. Giovanni Arena, dell’Assessore ai servizi sociali del comune di Viterbo, dott.ssa Antonella Sberna e del Vescovo, Sua Eccellenza Mons. Lino Fumagalli. Parole di vicinanza da parte delle autorità presenti  che hanno sottolineato l’importanza formativa di un concorso che continua a coinvolgere tanti studenti, mettendo in primo piano la forza delle loro idee in valori fondamentali della vita umana e della dignità dell’uomo quale è la “Maternità”, prima “cura” che l’umanità riceve.“Altro che gioventù sbiadita!” ha detto S.E Mons. Fumagalli, rivolgendo agli studenti un caloroso incoraggiamento a perseverare con i loro nobili pensieri nella costruzione di una società che ponga al centro il valore dell’uomo. Un nuovo umanesimo da costruire quindi – ha ribadito la presidente del MpV Italiano Marina Casini nel suo messaggio ai vincitori – che vede come prima pietra il riconoscimento del diritto alla vita del bambino non ancora nato con l’augurio ai giovani presenti di diventare “apostoli della vita”. Sono seguite le parole del Vicepresidente nazionale Ing. Roberto Bennati, colonna portante del Movimento per la vita Italiano, purtroppo recentemente scomparso: amava e vide nascere il concorso scolastico e con lo stesso amore ed entusiasmo della sua prima edizione, non ha mancato di trasmettere a tutti noi giovani, la bellezza dell’impegno per la vita. La premiazione ha visto inoltre la partecipazione dei rappresentanti dei MPV e CAV locali, tra cui la presidente del CAV di Viterbo Ing. Maria Fanti,il Prof. Luca Bondi del CAV Tarquinia e la dott.ssa Tecla Chiricozzi del MpV di Vignanello. A questo punto, il momento della premiazione si avvicina e per gli studenti l’attesa per i nomi dei vincitori diventa più incalzante, alimentata anche dalla proiezione di un cortometraggio del viaggio a Strasburgo che – realizzato da una ragazza vincitrice degli anni passati – testimonia i momenti più belli immortalati dalla sua reflex; Strasburgo, il Parlamento europeo e poi i tanti ragazzi giunti da tutta Italia e la loro gioia, che seppur in un video la si può percepire.
Chiamati uno ad uno, gli studenti si alzano e la sala, gremita dai genitori e dai docenti, applaude. Nel loro viso l’emozione e la soddisfazione di essere artefici di quell’elaborato, la gioia di sentirsi ascoltati ed incoraggiati, senso profondo di questo unico e meraviglioso concorso scolastico. La conclusione della cerimonia segna l’inizio di una nuova avventura. Le strade di Strasburgo aspettano ora di riempirsi ancora una volta dei tanti ragazzi che giungeranno per un viaggio di formazione e di confronto, dove la loro voce in capitolo sarà centro focale e anima di questa esperienza.

 

Avrò cura di te. Il modello della maternità (.pdf)