Un seme di speranza. CaV Roma Ostia

Anche sul litorale romano è stato gettato un seme di speranza

Domenica 10 Novembre ad Ostia, X municipio di Roma, è stato inaugurato il CAV “Roma-Ostia”. Don Roberto Visier, parroco della chiesa di San Nicola di Bari, ha spalancato le porte e il cuore a questo progetto di accoglienza alla vita, e alla vita soprattutto dei più fragili. Monsignor Gianrico Ruzza, Vescovo ausiliare della diocesi di Roma, ha presieduto l’ Eucarestia, usando durante l’omelia parole di incoraggiamento per tutta la comunità parrocchiale, ricordando la missione di ogni cristiano: farsi dono per l’altro alla sequela di Gesù. Dopo la celebrazione, Monsignor Ruzza ha benedetto il locale del CAV, locale piccolo ma pensato per ricordare un nido caldo e sicuro per le mamme e per i loro figli. Figli che arricchiscono non solo la famiglia, prima comunità umana, ma che costituiscono il futuro dell’intera umanità.
Simona Costa, presidente del CAV e prima promotrice di questa avventura, ha coordinato con entusiasmo tutti i passaggi per l’apertura coadiuvata da non pochi volontari e volontarie.
Il nostro territorio, come molti altri nella nostra amata Roma, spesso condizionato da una cultura di morte e di indifferenza, ha sempre più necessità, anche a livello culturale, di essere raggiunto da iniziative che possano accogliere le difficoltà di chi si sente solo e smarrito. In particolare il CAV di Ostia, sulle orme del MPV, si vuole adoperare per l’ascolto ed eventualmente per l’aiuto concreto di donne che vivono momenti di abbandono o difficoltà durante la gravidanza o dopo un aborto, al di là di ogni differenza di nazionalità e credo religioso; come hanno ribadito Maria Luisa Di Ubaldo (coordinatrice dei CAV di Roma) e Massimo Magliocchetti (segretario Federazione MPV del Lazio) presenti all’ evento «nessuno deve essere lasciato solo davanti alla scelta per la vita, specialmente la donna, la quale qualora richiedesse aiuto, deve essere accompagnata ad esercitare quella che è la sua “alleanza” naturale con la vita.»
Consapevole e tenacemente convinto del fatto che non potrà mai esserci una società giusta ed equa se non partendo dalla difesa della vita fin dal suo concepimento, tutto il gruppo dei volontari del CAV “Roma-Ostia”, che vogliono essere un seme di speranza, fa sue le parole della “gaudium et spes”: “DIO, padrone della vita, ha affidato agli uomini l’altissima missione di proteggere la vita: missione che deve essere adempiuta in modo degno dell’uomo.”, per mettersi al servizio della vita con umiltà e gioia.

 

Un seme di speranza. CaV Roma Ostia (.pdf)