Testimoni preziosi

Benedirò fra poco la prima pietra di una nuova “Casa dell’accoglienza”. Insieme con essa e prima ancora desidero benedire voi, fratelli e sorelle di Cervia, che avete fatto vostra l’iniziativa del Movimento per la vita, sostenendola con grande fervore, come mi diceva il vostro arcivescovo.

Ringrazio il Signore per la consolazione che mi procura quanto avete già realizzato e quanto programmate per il futuro. Esprimo apprezzamento per tutti coloro che, come le Suore della Carità, il Movimento per la vita e la parrocchia vi sono impegnati: Iniziative come questa costituiscono una autentica risposta al comandamento dell’amore per il prossimo, che Cristo ha dichiarato massimo fra tutti. Grazie ad essa sono state salvate quarantacinque vite di esseri umani. Anche per loro Iddio ha creato questo mare e questo cielo.

Mi congratulo con la comunità parrocchiale di Cervia: questa è una testimonianza preziosa. E’ la risposta della Chiesa a questo nostro tempo che, perdendo il senso di Dio, rischia di smarrire anche la stima della vita umana. Questa vostra opera proclama una grande verità: ogni vita vale più della intera creazione materiale; ogni vita è sacra, intangibile: ucciderla è rendersi responsabili di un grave crimine.

Questa vostra opera, cari fedeli di Cervia, voi volete affermare che non siete disposti a cedere ai compromessi di coloro che vorrebbero metter sullo stesso piano bene e male, vita e morte.

Questa vostra opera è testimonianza di amore. E ciò è motivo di conforto per tutti. Là dove c’è amore per i fratelli, lì c’è la presenza di Dio. E voi impegnandovi ad avviare una istituzione di non piccolo costo, avete mostrato un amore ammirevole. Confido che saranno molti ad aiutarvi, anche tra i turisti ospiti. Il Papa vi esprime il suo plauso e vi incoraggia a perseverare.

Unendo ora insieme i due riti compiuti questa sera – la benedizione del mare e la benedizione della prima pietra di una nuova Casa dell’accoglienza – mi piace vedere un medesimo atteggiamento di fondo che ispira l’uno e l’altro rito: la Cervia affezionata al suo mare è la stessa Cervia che si preoccupa della vita di ogni essere umano, in armonia col Creatore e con i suoi disegni di amore. Auspico che Cervia continui ad essere fedele a questi valori e a questi ideali, in coerenza con le sue nobili tradizioni.

Nel lasciare questa terra ospitale per far ritorno in Vaticano, vi assicuro che porterò nel mio cuore e nelle mie preghiere i vostri volti, le vostre preoccupazioni e le vostre speranze.

Di cuore benedico voi e i vostri familiari, con un particolare pensiero per bambini, gli ammalati e gli anziani.

 

Testimoni preziosi (.pdf)