Intervista a Ana Del Pino, Coordinatrice europea della Federazione One of us di Giovanna Sedda

La realtà europea prolife nasce nel 2014, da una intuizione dello storico Presidente del Movimento Per la Vita, Carlo Casini, e conta oggi membri di 25 nazioni.

 

 

Quali sono le attività quotidiane del vostro gruppo pro-life?

Le maggiori attività di One Of us sono le seguenti:

  • Valutare le attività politiche e sociali che mirano alla dignità della vita umana al fine di inserire nel dibattito sociale e politico la difesa e la promozione della dignità Parallelamente la diffusione di buone pratiche per promuovere la vita, la famiglia e le basi dell’umanesimo cristiano viene condivisa a livello politico e sociale.
  • Per sviluppare queste attività siamo in contatto con gruppi europei e internazionali che ci aiutano ad avere un feedback sulle azioni descritte al punto
  • Organizzare insieme a entità membri e gruppi di pensatori ed esperti, azioni presenziali e online, volta a diffondere la difesa della vita umana in tutti i campi della vita sociale e politica

 

Quali sono i vostri obiettivi di medio e lungo termine e quali I punti di forza?

  • L’obiettivo a medio termine è quello di promuovere le sinergie e le interazioni tra gruppi pro-life ed entità, pensatori e istituzioni affini, al fine di analizzare la situazione attuale in Europa e di elaborare attività e messaggi comuni per la dignità della vita
  • L’obiettivo a lungo termine è creare un’opinione pubblica capace di influire a livello politico e sociale per la difesa della dignità della vita umana: maternità, famiglia, protezione dell’embrione, protezione e cura di fine vita, identità di genere come base della dignità umana, maternità surrogata,

 

Come il vostro operato migliora l’intera società?

La nostra missione e visione principale è creare un vero dibattito culturale che affronti le sfide che la dignità umana sta subendo oggi. Le nostre proposte sono condivise da gran parte della società e mettiamo questa voce in un “modo di pensare apparentemente unico” promosso da lobby pro-aborto, lobby dell’ideologia di genere e gruppi di stampa.

Il nostro messaggio è fondamentale per proteggere le nostre società e per la rinascita di una società fedele alla dignità umana.

 

Quali sono le principali sfide dei gruppi pro-life nel vostro Stato e nel mondo?

Le sfide principali di oggi riguardano la comunicazione: l’assenza di presenza del nostro messaggio nei media in generale. I grandi gruppi lobbistici pro-aborto e l’ideologia pro-gender sono oggi il messaggio politicamente corretto per i media in generale e per l’agenda politica; la nostra sfida è mettere nel dibattito pubblico i valori dell’Umanesimo cristiano che sono alla base della nostra civiltà occidentale.

 

Intervista a Ana Del Pino, Coordinatrice europea della Federazione One of us (.pdf)