Aiutiamo ad accogliere la vita: lettera al popolo della Vita di Marco Caponi, Membro Direttivo del Movimento per la vita di Prato

Sabato 20 febbraio 2021 alle ore 15:00, il Movimento per la vita di Prato organizza “su piattaforma” un pomeriggio culturale “dopo Giornata per la vita”, articolato in una serie di interventi curati da Marina Casini Bandini, Presidente del Movimento per la vita italiano, Daniela Musumeci, Presidente del Movimento per la vita di Livorno e Lina Pettinari, Presidente della Federazione TOSCANA MpV e CAV che introdurrà, in particolare, l’evento e renderà contestualmente partecipe il Popolo della vita pratese, invitato per l’occasione.

È l’occasione preziosa per una proposta amica al mondo del volontariato pratese sia per i contenuti sia per le Figure coinvolte: Marina, Lina, Daniela – Donne coraggiose che testimoniano il Vangelo della Vita mettendosi ogni giorno, accanto alla donna, immersa nella tristezza e nell’incertezza per una gravidanza inattesa. INSIEME, alle tante donne volontarie dei Movimenti per la vita e Centri di Aiuto alla vita d’Italia, sono la Voce degli ultimi, degli scartati dalla cultura dello scarto: la Voce di quel bambino non ancora nato che Comunica vita al mondo e ci dice… ”Ci sono!”.

Il Pomeriggio culturale, organizzato volutamente in questo triste scenario pandemico, è motivo di Ri-scoprire la vocazione del volontario della vita ovvero riscoprire il valore dell’incontro, il valore di un sorriso e di una tenerezza, il valore dello sguardo: “…giorni di violenze affamati di tenerezza, di solitudini pesanti che non forniscono l’eco, giorni di cambiamenti senza sudore, giorni di vita assopita, di gesti stanchi ma sono certo che il vento si alzerà all’improvviso.”(Don Luigi Verdi- Fraternità di Romena Casentino).

Quel vento che si alzerà all’improvviso, deve provocarci ed essere sempre più attenti e in ascolto sul fronte della vita perché oggi e diventato più urgente che mai far giungere a TUTTI, l’appello di un risveglio della coscienza umana nei confronti della vita nascente, purtroppo minacciata anche da una cultura della diversione dello sguardo, quello sguardo che deve incontrare il volto del Bambino non nato.

Ecco perciò l’esigenza di questo incontro-formazione, di questa lettera al popolo della vita per:

  • Mobilitare ogni energia per un Ri-sveglio dell’impegno culturale a favore della vita nascente..”.
  • Educare all’accoglienza della vita nascente, rafforzare l’impegno contro ogni tentativo di distruggerla, essere la Voce di chi non ha voce…. La Voce di quel bambino non nato e della sua mamma, dimenticata e sola nell’affrontare una gravidanza inattesa e difficile…. ”.
  • Educare allo sguardo, incontrare con lo sguardo del cuore e della mente, lo sguardo di quel piccolissimo TU…” […] È una questione di occhi e tutti hanno la sete di scrutare dove sta’ la vita E allora possa la Via crescere in voi…..il sole scaldare il vostro viso e possa Dio tenervi nel palmo della sua mano…prendiamoci tempo per amare perché questo è il privilegio che Dio ci da, prendiamoci tempo per essere amabili perché questo è il cammino della gioia prendiamoci tempo per ridere perché il sorriso è la musica dell’anima prendiamoci tempo per amare la vita e le persone care che abbiamo accanto e facciamolo con molta molta tenerezza perché la vita è troppo corta per essere egoisti. .”(Don Luigi Verdi-Fraternità di Romena Casentino).

 

Aiutiamo ad accogliere la vita: lettera al popolo della Vita (.pdf)