In Germania crescono le spinte per la maternità surrogata di Massimo Magliocchetti

In questi giorni sta facendo molto discutere la notizia di un politico tedesco che sta spingendo per una revisione approfondita del diritto di famiglia. L’obiettivo di questa manovra è quello di consentire la maternità surrogata “altruistica”.
Katrin Helling Plahr, esponente dei Democratici liberi (FDP), ha pubblicato un documento di sette pagine sulla liberalizzazione del trattamento della fertilità. Lo ha annunciato a metà agosto il quotidiano online “The Local De” (www.thelocal.de).
Secondo il quotidiano, l’esponente dei Democratici Liberi vorrebbe legalizzare la donazione di ovociti umani e la maternità surrogata in Germania, entrambe pratiche vietate dalla legge tedesca.
L’attuale normativa in Germania, l’Embryo Protection Act, è stata approvata nel 1990. I membri del FDP al Parlamento europeo propongono tre emendamenti principali alla legge. Hanno chiesto pieno supporto ai trattamenti per la fertilità, indipendentemente dal modello familiare in cui si trovano i candidati. Al secondo punto c’è la richiesta di aggiornare la normativa sulla riproduzione artificiale consentendo la donazione di ovuli, la donazione di embrioni. Infine, la richiesta esplicita di una apertura alla maternità surrogata non commerciale.
“La legge sulla protezione degli embrioni è un ricordo del passato e deve essere riformata”, ha dichiarato Katrin Helling Plahr durante una intervista al quotidiano tedesco Tagesspiegel, denunciando le esitazioni della politica tedesca su questo tema.
Queste dichiarazioni hanno innescato la risposta delle associazioni dei nati da tecniche di donazione di gameti, tra cui SpenderKinder, che si sono espresse in modo molto netto, denunciando l’iniziativa come contraria ai principi democratici

 

In Germania crescono le spinte per la maternità surrogata (.pdf)