Intervista a Daniele Gradwell, Executive Director di Africa cares for Life di Giovanna Sedda

Un’agenzia di networking che fornisce servizi alle organizzazioni per aiutare la gravidanza in Sud Africa e Africa. Attualmente serve organizzazioni di aiuto alla gravidanza, case madri e agenzie di adozione senza scopo di lucro che forniscono formazione per l’avvio del ministero, formazione e programmi per i servizi ai clienti, conferenze sullo sviluppo della leadership e un posto dove andare per consigli e preghiere.

Nata nel 90 con pochi contatti, è stata lanciata ufficialmente nel 2000 ed è cresciuta fino ad arrivare a oltre 75 sedi, che si estendono da Città del Capo, all’estremità meridionale, a Pretoria, nel nord. Solo nel 2018 sono stati in grado di fornire 4.110 ore di consulenza, equipaggiare 600 volontari e fornire più di 85.000 donne e uomini che hanno ricevuto aiuto e supporto per la gravidanza.

 

Quali sono le attività quotidiane del vostro gruppo pro-life?

Africa Cares for Life è una rete di organizzazioni di assistenza alla gravidanza (Pregnancy Help Organization, PHO) in Sud Africa.

La nostra VISION è costruire un PHO attivo in ogni paese e città del Sud Africa per supportare e fornire aiuto emotivo e assistenza pratica alle famiglie che affrontano da una gravidanza inaspettata. Crediamo fortemente che ogni donna meriti di essere supportata durante la gravidanza.

La nostra MISSION è connettere, supportare e far progredire la rete di PHO e di servire e formare leader e volontari pro-life attraverso opportunità di networking, servizi di consulenza, rafforzamento delle capacità, sviluppo personale e della leadership e formazione sull’intervento del cliente, per fornire alle PHO servizi gratuiti per le persone colpite famiglie.

Quali sono i vostri obiettivi di medio e lungo termine e quali i punti di forza?

Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di creare un’organizzazione di aiuto alla gravidanza in ogni paese e città del Sud Africa, in modo che le donne possano avere accesso diretto e supporto durante la gravidanza per prevenire l’abbandono del bambino e la decisione di abortire a causa della mancanza di risorse.

Il nostro obiettivo medio è convertire parte del materiale di formazione in piattaforme online. Si tratta di materiali di formazione sulla gravidanza e che aiutano leader e i volontari a essere più efficaci nel fornire cure di qualità a coloro che si trovano ad affrontare una gravidanza inaspettata.

Il nostro punto di forza è la rete di organizzazioni che aiutano la gravidanza e il nostro nucleo di programmi di formazione di qualità per equipaggiare e responsabilizzare leader e volontari.

Come il vostro operato migliora l’intera società?

I PHOs situati in Sud Africa forniscono supporto emotivo e pratico a uomini e donne che affrontano una gravidanza non pianificata. Oltre l’80% delle gravidanze in SA non è pianificato e oltre 15.000 studentesse rimangono incinte nelle scuole SA in un anno. La rete Africa Cares for Life offre supporto a individui e famiglie e fornisce uno spazio sicuro per parlare delle opzioni, ricevere informazioni e servizi accurati come ecografie e assistenza pratica e supporto quando si affronta una gravidanza non pianificata. I PHOs lavorano anche a monte raggiungendo e insegnando programmi di educazione sessuale per consentire agli studenti della scuola e dell’istruzione terziaria di fare scelte sessuali oggi con i loro sogni e obiettivi futuri in mente, per invertire la tendenza delle gravidanze adolescenziali, dell’HIV e di altre infezioni a trasmissione sessuale.

Quali sono le principali sfide dei gruppi pro-life nel vostro Stato e nel mondo?

L’aborto è legale in Sudafrica e praticato gratuitamente dal Dipartimento per la Salute.

 

Intervista a Daniele Gradwell, Executive Director di Africa cares for Life (.pdf)