Intervista a Jor El Godsey, Presidente della Federazione Heartbeat International di Giovanna Sedda

HB è la prima rete che riunisce centri di aiuto alla gravidanza e realtà prolife negli Stati Uniti. Nata nel 1971, di ispirazione cristiana, HB avvia e sostiene diverse organizzazioni che tutelano la gravidanza e il diritto alla vita, comprese cliniche mediche, centri di risorse, case di accoglienza e maternità e agenzie di adozione. Attualmente, Heartbeat serve oltre 2.800 sedi affiliate in tutto il mondo e insieme a queste porta avanti la propria mission: “aggiungere e salvare quante più vite possibili, in tutto il mondo, attraverso una rete efficace di aiuti alla gravidanza che affermano la vita, per rinnovare le comunità prolife”.

 

Quali sono le attività quotidiane del vostro gruppo pro-life?

La missione di Heartbeat International è sia quella di raggiungere e salvare quante più vite possibili attraverso un’efficace rete di sostegno alla gravidanza che quella di rinnovare le comunità pro LIFE. La nostra vision è un mondo in cui ogni nuova vita viene accolta e i bambini sono cresciuti all’interno di famiglie forti, secondo il progetto di Dio, in modo che l’aborto diventi impensabile.

Heartbeat International è stato istituito nel 1971 dal movimento di aiuto al principio della gravidanza, per cercare opportunità di rete e di apprendimento condiviso. Oggi Heartbeat è la più grande rete di aiuti alla gravidanza cristiana che difende la vita nel mondo e che, attualmente, serve più di 2.800 sedi affiliate in ogni continente. Come leader mondiale nell’aiuto alla vita, Heartbeat supporta, rafforza e avvia organizzazioni che si occupano di dare sostegno durante la gravidanza da quasi 50 anni, cliniche mediche con ultrasuoni, case di maternità e agenzie di adozione senza scopo di lucro. Oltre ad ospitare una conferenza internazionale ogni anno, nonché riunioni regionali, Heartbeat International fornisce un collegamento tra le donne che prendono in considerazione l’aborto e le organizzazioni di aiuto alla gravidanza nelle proprie comunità, tramite la nostra Option Line attiva h24 sette giorni su sette per tutto l’anno, il call center (800-712- HELP), il sito web (OptionLine.org) e l’Abortion Pill Rescue Network (877- 558-0333, AbortionPillReversal.com). Inoltre, offriamo diversi prodotti, programmi e soluzioni di sostegno alla gravidanza per centri, case di maternità e organizzazioni simili di aiuto alla vita.

Quali sono i vostri obiettivi di medio e lungo termine e quali i punti di forza?

Gli obiettivi a lungo termine di Heartbeat implicano un crescente aiuto alla gravidanza da parte di leader emergenti in crescita, l’ispirazione per aprire nuove sedi di servizi, una maggiore efficacia nella programmazione e il continuare a collegare in rete le comunità di aiuto alla gravidanza a livello globale.

Attualmente stiamo espandendo il successo di Option Line e dell’Abortion Pill Rescue Network, oltre gli Stati Uniti e il Canada. Stiamo facendo questo, collegandoci alle reti esistenti in tutto il mondo, formando e formalizzando nuove reti e accogliendo nuovi sostenitori della vita. Negli Stati Uniti siamo nel bel mezzo del programma “Pregnancy Center Life Launch”, in cui prevediamo di assistere l’apertura di 50 nuovi centri di assistenza per la gravidanza. Dal lancio nel 2019, abbiamo aiutato più di una dozzina di sedi ad aprire le loro porte per portare il ministero salva-vita nelle proprie aree.

Il movimento di aiuto alla gravidanza è davvero uno sforzo di base sostenuto dalla popolazione che aiuta la propria comunità locale. Questo è il punto forte del movimento: le persone locali che aiutano i bisognosi a livello locale. Heartbeat International crea una rete unificante più grande della somma delle sue parti. Ciò consente a Heartbeat di lavorare a livello nazionale e internazionale per realizzare cose fuori dalla portata di un’organizzazione locale di aiuto alla gravidanza.

Come il vostro operato migliora l’intera società?

L’aiuto alla gravidanza crea alternative all’aborto. Ovunque l’aborto sia legale o illegale, le donne sentono un’enorme pressione per abortire quando la gravidanza è inaspettata. Ogni donna dovrebbe essere amata e supportata durante la gravidanza. Nessuna donna dovrebbe sentirsi così sola o costretta – sia da un’altra persona, o dalle sue circostanze – a sentire che l’unica scelta che ha è quella di porre fine alla vita di suo figlio.

La rete di aiuto alla gravidanza di Heartbeat International sostiene le donne e le aiuta a superare gli ostacoli che le spingono ad abortire. Grazie all’aiuto pratico e alle relazioni positive, portiamo il ministero salvavita in decisioni altrimenti oscure. Spesso è nel dicendo sì al bambino che la mamma viene salvata dalle sue stesse circostanze. Quando la mamma viene salvata, salva la famiglia. Quando il padre è coinvolto in modo positivo, la famiglia si rafforza, il che, a sua volta, rafforza la comunità. Le comunità prosperano quando accolgono il dono della vita.

Quali sono le principali sfide dei gruppi pro-life nel vostro Stato e nel mondo?

I gruppi pro-vita sostengono la vita in tutte le fasi dello sviluppo. Facendo questo, sosteniamo la scienza, l’etica, la moralità e la dignità e santità della vita umana. Le nostre sfide principali derivano da coloro che vorrebbero cercare il proprio benessere al di sopra del benessere degli altri. Soprattutto quelle che imbrattano, calunniano e persino assaltano il buon lavoro dell’aiuto alla gravidanza. Per fare questo lavorano diligentemente per distorcere significati e intenzioni per fare del “pro-vita” un brutto nome. Se non “per la vita” che altro siamo?

I fautori dell’aborto ora stanno spingendo l’aborto chimico a livelli ancora maggiori. Ciò senza comprendere chiaramente l’impatto a lungo termine sulle donne o sulla loro futura fertilità. Nella fretta di rendere più disponibili gli aborti chimici, misure pratiche per proteggere la salute delle donne vengono messe da parte ad un ritmo allarmante. Questi stessi sostenitori sono anche contrari alla scienza nel condannare e negare la potenziale retromarcia di un aborto chimico (abortionpillreversal.com).

Un paese che promuove l’aborto, soprattutto attraverso finanziamenti, non farà che aumentarne il suo impatto su individui ignari e sulla comunità nel suo insieme.

 

Intervista a Jor El Godsey, Presidente della Federazione Heartbeat International (.pdf)