Trump annuncia una paladina pro life come possibile Giudice Supremo di Giovanna Sedda

La campagna elettorale per il prossimo presidente degli USA, dopo la definizione dello sfidante Joe Biden da parte del partito democratico, è entrata nella sua fase cruciale. Il presidente uscente Donald Trump cerca di rafforzare il fronte religioso che lo ha sostenuto quattro anni fa con una mossa molto apprezzata dai gruppi pro-life. Trump ha infatti annunciato di aver aggiunto alla lista dei potenziali giudici supremi, l’avvocato Sarah Pitlyk. La Pitlyk aveva difeso David Daleiden, direttore del Center for Medical Progress, che era stato paradossalmente portato in tribunale per aver denunciato lo scandalo della vendita di organi dei bambini abortiti da parte delle cliniche abortive del gruppo Planned Parenthood.

A gennaio, la Pitlyk era stata confermata dal Senato quale giudice distrettuale per il Missouri. Per Andrew Bath, Vicepresidente della Thomas More Society, di cui Pitlyk è stata consigliere speciale, aveva commentato la scelta così: “Sarah ha un intelletto altissimo, è un avvocato eccezionalmente capace e una fiera conservatrice”. Quella nomina oggi viene vista come un passaggio importante in vista della potenziale ascesa alla Corte Suprema. Non solo, Pitlyk è stata assistente di Brett Kavanaugh, che oggi è uno dei nove giudici supremi.

Il ruolo di giudici supremi è un elemento cruciale della strategia pro-life per cambiare la legislazione statunitense sull’aborto, poiché l’aborto è stato legalizzato da una sentenza della Corte Suprema e solo la Corte può modificarla. Trump ha già nominato due giudici supremi, Neil Gorsuch e Brett Kavanaugh, spostando la precedente maggioranza progressista verso posizioni più conservatrici.

In vista di altre potenziali nomine (i giudici sono nominati a vita e scelgono autonomamente se e quando ritirarsi), le elezioni potrebbero portare in dote al prossimo presidente anche la maggioranza del collegio dei nove giudici della Corte.

Quello di Sarah Pitlyk si aggiunge a una lista di nomi importanti del partito Repubblicano e figure di spicco del fronte conservatore e pro- life come il senatore, e candidato alle primarie repubblicane, Ted Cruz. Secondo Marjorie Dannenfelser, leader del gruppo pro-life Susan B. Anthony List, si tratta di una lista che “conferma l’impegno del presidente a nominare per la Corte Suprema solo giudici che rispettano il diritto alla vita”.

 

Trump annuncia una paladina pro life come possibile Giudice Supremo (.pdf)