Un modo diverso di vivere il 40° anniversario della 194 di Mario Sansalone

22 maggio 1978 – 22 maggio 2018: 40° anniversario della promulgazione della legge 194 che teoricamente dovrebbe avere a cuore la “tutela della maternità” ma che secondo la mentalità corrente è diventata la legge che permette di abortire. Rivoltando in positivo la questione in Lombardia abbiamo pensato di evidenziare le risposte concrete nate a favore della vita in questi 40 anni. L’ultimo CAV nato è a San Benedetto Po, ma Desenzano (BS) il 20 maggio e Sant’Angelo Lodigiano, il 10 giugno festeggiano i loro primi 30 anni. Altri ancora ne seguiranno e saremo ben lieti di festeggiare anche loro. Per l’anno prossimo, tra gli altri, si prenota per questo anniversario il Cav di Busto Arsizio.

 

A SAN BENEDETTO PO (MN) NASCE IL CAV-CENTRO DI AIUTO ALLA VITA “DONNE PER LA VITA-OdV”

La difesa della vita in tutte le sue fasi, partendo dalle maternità difficili, scopo della nuova associazione

In 20 anni di attività i Cav lombardi hanno aiutato a nascere oltre 52mila bambini. Una città come Mantova, il cui Cav nel 2016 ha favorito la nascita di 202 bimbi, aiutato 270 gestanti e incontrato 657 donne

Un nuovo Centro di Aiuto alla Vita, il 59° in Lombardia, oltre 350 in Italia, si è costituito recentemente a San Benedetto Po (Mantova) iniziando a operare dal 14 maggio. Si aggiunge a quelli di Asola, Castiglione delle Stiviere oltre a quello del capoluogo.

Lo scopo che ha portato alla nascita del 4° CAV mantovano, come riportato anche dal suo Statuto,  è quello di impegnarsi a favore della “difesa della vita di ogni essere umano in tutte le fasi dello sviluppo, dal concepimento alla morte naturale in qualsiasi condizione, senza alcuna eccezione. In particolare, l’Associazione, si propone l’aiuto alla maternità difficile, prima e dopo la nascita del bambino, contribuendo a far superare le cause che potrebbero indurre la madre a scegliere l’aborto. L’Associazione considera il diritto alla vita come prima espressione della dignità umana”.

Margherita Procopio è la Presidente del nuovo Cav. Clelia Visentin, Simona Barbieri, Roberta Draghi, Fiorella Guglielmi, Graziella Bordignon, Teodora Pincella, Silvia Tiracchini, Patrizia Minelli, Rosanna Malavolta, Maria Cristina Pavesi e Lidia Gatti sono le altre 11 socie fondatrici con la guida spirituale di Suor Paola Ferrari.

Il CAV-Centro di Aiuto alla Vita di San Benedetto Po, ha la sede legale in Località Brede via Mazzaloe, 45.  Varie le iniziative in cantiere per chi volesse conoscerlo meglio: la prossima è in calendario per 21 e 22 luglio con l’esposizione di alcune reliquie del futuro santo Paolo VI, patrono della vita nascente, in occasione della Festa di Santa Margherita, titolare della Parrocchia di Brede.

Per le sue caratteristiche di OdV (organizzazione di volontariato, in accordo al recente Codice del Terzo Settore) il nuovo Centro di Aiuto alla Vita ha ottenuto l’iscrizione al Registro Generale Regionale del Volontariato – sezione Provinciale di Mantova, al n.362, e ha aderito a Federvita Lombardia (Federazione che coordina i CAV e MpV lombardi) e al Movimento per la Vita Italiano, aggiungendosi così ai 350 Centri già federati e operanti in Italia.

Il CAV “Donne per la Vita”, infine,  è raggiungibile ogni giorno al numero telefonico 331-561.8306 oppure via email donneperlavita@gmail.com  per prenotare un incontro personale con le operatrici.  Sito web: www.donneperlavita.it.

 

Un modo diverso di vivere il 40° anniversario della 194 (.pdf)